Intolleranze Alimentari

intolleranze-alimentari

Quando un alimento (o una famiglia di alimenti) che mal tolleriamo entra in contatto con il nostro organismo, viene promossa una reazione immunitaria assai complessa che, a sua volta, genera uno stato infiammatorio. A soffrirne saranno quegli organi o quegli apparati che già si trovano in uno stato di limitazione funzionale, cioè in quei distretti in cui vi siano presenti disturbi o “debolezze” che non necessariamente siano clinicamente manifeste (es. bronchite cronica, affezioni dermatologiche ricorrenti, gastriti e/o coliti recidivanti ecc….).

Questo spiega, almeno in parte, come in corso di intolleranza alimentare la gamma dei sintomi possa essere estremamente varia.

In altre parole le interferenze con il sistema immunitario possono essere all’origine di molte patologie. In particolare il continuo stimolo delle cellule dell’immunità porta alla formazione endogena di radicali liberi che danneggiano i tessuti con conseguenze anche gravi per lo stato di salute.

Oltre a ciò la presenza di intolleranze può generare sintomi generici, non correlabili a patologie vere e proprie quali: sovrappeso, facile affaticabilità, cefalea, difficoltà alla concentrazione.

L’alimentazione e lo stile di vita sono universalmente riconosciute come causa principale di intolleranza.

Lo stile di vita errato, soprattutto vita sedentaria, fumo e consumo di alcolici, porta all’insorgenza di disfunzioni gastro-intestinali (gastriti, coliti, stress…) che, a loro volta, sono “preparatorie” all’insorgenza delle intolleranze.

Una alimentazione incongrua come consumo in eccesso di grassi animali, scarso apporto di frutta, verdura e pesce, assunzione in via continuativa di latticini (che sono presenti in numerosi preparati industriali) ed altri, può alla lunga generare una stato di irritazione dell’apparato digerente, condizione favorente la genesi delle intolleranze.

È stato dimostrato da ripetute esperienze che la terapia farmacologica delle intolleranze da risultati solo parziali e mai definitivi (si interviene sul sintomo ma non sulla causa del disturbo).

L’approccio dieto-terapico ha invece dato buoni risultati e le testimonianze dei numerosi pazienti possono ben confermare tale asserzione.

Presso il Centro di Nutrizione è possibile effettuare il test per la determinazione delle intolleranze alimentari, attraverso un semplice auto prelievo capillare.

La metodica che viene utilizza, analizza la quantità di Anticorpi prodotti verso determinati alimenti: nello specifico Immunoglobuline G (IgG): il processo di analisi è denominato “Elisa” e garantisce risultati precisi e soprattutto ripetibili.

Una volta determinate le intolleranze alimentari IgG dipendenti, si procede all’elaborazione di un piano alimentare personalizzato ed alla programmazione di un percorso nutrizionale specifico.

Sei qui: Home i Nostri Servizi Servizi di Laboratorio Intolleranze Alimentari